17Apr
1456

Benjamin Schmid e ​Ariane Haering

Benjamin Schmid, violino
Ariane Haering, pianoforte

Teatro Verdi, 
Riva 3 Novembre, 1 
Trieste
20:30 - Mercoledì 17 Aprile 2019

Il concerto è riservato ai Soci della Società dei Concerti

Virtuoso, creativo, eclettico, Benjamin Schmid si presenta al nostro pubblico con la pianista Ariane Haering, sua compagna nell’arte e nella vita. L’irresistibile programma ha il profumo inconfondibile di Vienna. Da Mozart procede verso la vetta della Fantasia schubertiana, per poi calarci nel mondo sensualissimo di Fritz Kreisler.

Programma

WOLFANG AMADEUS MOZART (Salisburgo 1756 - Vienna 1791)

  • Sonata per Pianoforte e Violino KV 377

FRANZ SCHUBERT (Vienna, 1797 – 1828)

  • Fantasia in do maggiore, op. 159 D. 934

FRITZ KREISLER (Vienna 1875 - New York 1962)

  • “Von Wien um die Welt” (Originali e Arrangiamenti)

JOHANN SEBASTIAN BACH Eisenach 1685 - Lipsia 1750)

  • Preludio in Mi 

ANTONIN DVORAK (Nelahozeves 1841 - Praga 1904)

  • “Fantasia slava”

NICCOLÒ PAGANINI (Genova 1782  - Nizza 1840)

  • “La Campanella”

CYRILL SCOTT (Oxford 1879 - Eastbourne 1970)

  • “Lotus Land”

FRITZ KREISLER Vienna 1875 - New York 1962)

  • “Rhapsodic Viennese Fantasietta”

MANUEL DEL FALLA (Cadice 1876 – Alta Gracia 1946)

  • Danza Spagnola da “La vida breve”
Biografia

Benjamin Schmid

La vittoria del Concorso Flesch Carl a Londra nel 1992, dove ha eseguito Mozart e Beethoven e ricevuto anche il premio del pubblico, è stata la svolta internazionale per il violinista viennese Benjamin Schmid. Da allora si è esibito sui più importanti palcoscenici del mondo con orchestre di fama mondiale come la Filarmonica di Vienna, la Philharmonia Orchestra di Londra, la Filarmonica di San Pietroburgo, l'Orchestra del Concertgebouw, l'Orchestra del Gewandhaus di Lipsia e della Tonhalle di Zurigo. La sua qualità unica, la straordinaria gamma del suo repertorio - oltre a tutte le opere classiche, suona anche i concerti per violino di Wolf Ferrari, Gulda, Korngold, Elgar, Weill, Dutilleux e Reger - e soprattutto la sua capacità di improvvisazione nel jazz rendono il profilo musicale di Benjamin Schmid incomparabile. Con più di 50 CD incisi, ha vinto più volte il Deutschen  Schallplattenpreis (l'unico violinista ad averlo vinto sia nelle categorie di classica che di jazz), il premio Eco Klassik, Grammophone  Editor’s  Choice e Strad  Selectionausgezeichnet. In aggiunta alle registrazioni del repertorio classico dei concerti per violino di Mozart, Beethoven, Bruch, Mendelssohn, Tchaikovsky, Wieniawski e Brahms è stata soprattutto premiata la sua riscoperta  dei concerti per violino di Erich Wolfgang Korngold, Ermanno Wolf-Ferrari, Mieczyslaw Weinberg, Friedrich Gulda (concerto per violino e violoncello), György Ligeti, Nicolo Paganini, Fritz Kreisler e Max Reger. .Benjamin Schmid è apparso più volte in concerti televisivi con la Filarmonica di Vienna, con Seiji Ozawa al Festival di Salisburgo o con Valery Gergiev al Summer Night Concerto Schönbrunn.  Benjamin Schmid  è stato anche protagonista iversi documentari trasmessi in tutto il mondo. Nella sua città natale di Salisburgo a Benjamin Schmid è stato assegnato il "Premio Internazionale d'Arte e Cultura". A Salisburgo, dove vive con la moglie, la pianista Ariane Haering, ed i loro quattro figli, Benjamin Schmid è stato professore presso l'Università Mozarteum. Dà anche corsi di perfezionamento in tutto il mondo, è visiting professor presso l'Università delle Arti di Berna, e direttore artistico del Concorso Internazionale Mozart a Salisburgo. Benjamin Schmid è uno dei violinisti più importanti del libro "I grandi violinisti del 20° secolo", di Jean-Michel Molkou (editore Buchet-Chastel, 2014). Nei concerti suona il violino "ex Viotti 1718" di Stradivari, che gli ha concesso la Banca Nazionale Austrica, oltre che su un violino moderno dal 2015 di Wiltrud Fauler

 

Ariane Haering

Ariane scopre molto presto la sua passione per la musica e il pianoforte. Dopo aver avuto lezioni da Cécile Pantillon nella scuola di musica nella sua città natale, continua i suoi studi al Conservatorio di La Chaux-de-Fonds con Catherine Courvoisier, negli Stati Uniti al Clifton Matthews e, infine, nella classe di Brigitte Meyer a Losanna, dove nel 1996 vince il "Premier Prix de Virtuosité avec les Félicitations du Jury" al Concours Suisse de Musique pour la Jeunesse. Seguiranno una serie di primi premi: premio Eurovisione, premioJeune Soliste de la Communauté des radio publiques de Langue Francaise, Premio Miéville, Premio L'Express, Concours Rotary, Concert Competition della University of North Carolina.  Parallelamente alle sue esibizioni come solista ed all''attività con le orchestre, ha intensificato la sua attività di musica da camera che costantemente occupano un posto molto importante nella sua vita musicale. Ariane costruisce continuamente il suo repertorio, che si estende ben presto su cinque secoli di musica, dividendo il palcoscenico con artisti come Benjamin Schmid, Dimitri Ashkenazy, Clemens Hagen, Ramon Jaffé, Sebastian Hess, Patricia Kopatchinskaya, e moltissimi altri. Nel 2015-16 presenta la versione a quattro mani di "La Sagra della Primavera" di Stravinsky suonando con Georg Breinschmid in tour in Austria e Svizzera. Per il duo "Ariadita" Alexander Müllenbach compone un'opera commissionata all'Aspekte Festival di Salisburgo. Con Anna Maria Pammer suona il grande ciclo di canzoni Harawi di Messiaen che viene presentato all'Aspekte Festival nel 2016. Esibendosi a festival in Europa, Asia e Africa, Ariane Haering appare come ospite a Capri e Montecarlo, a Risor, Middleburg a Mattsee e Mondsee, a Stellenbosc, a Kaoshiung, così come a Tokyo e Osaka. Le sue performance al Festival di Salisburgo, presso la Fondazione Mozarteum, il Musikverein di Vienna e il Piano Festival Ruhr consolidano la sua reputazione come un artista internazionale. mettendola in evidenza come solista alla Tonhalle di Zurigo con il Concerto per pianoforte di Rachmaninov n ° 2, al Grosses Festspielhaus di Salisburgo con Triplo Concerto di Beethoven, a La Chaux-de-Fonds e Neuchâtel con il Concerto di Poulenc ed il Concertino di Honegger e musica da camera al Festival di Salisburgo e la Music Hall di Amburgo , Nella primavera del 2013, Ariane Haering ha suonato come solista con la Houston Symphony Orchestra diretta da Hans Graf. La sua più recente registrazione di CD insieme a Benjamin Schmid, "Duets" Romantic include opere per violino e pianoforte di Franz Liszt, Frank Bridge e Edward Grieg. Il precedente CD con le Sonate di Mozart, molto acclamato, è stato seguito nel 2011 dalla pubblicazione di Sonate e Frammenti di W.A. Mozart per Henle Verlag. Sposata con il violinista austriaco Benjamin Schmid e madre dei loro quattro figli, Ariane Haering vive a Salisburgo e ha investito altrettanto alte energie nel benessere della loro famiglia, così come nella realizzazione dei loro sogni musicali.