Plamena Mangova

Nata nel 1980, la pianista bulgara Plamena Mangova ha vinto il secondo premio del Queen Elisabeth Competition 2007. Si è già lanciata in una carriera internazionale con concerti in Europa e a Tokyo, Corea del Sud e San Pietroburgo. È stata premiata con il Diapason d’Or 2007 per il suo primo CD Shostakovitch (Fuga Libera). Anche la sua ultima registrazione di Beethoven è stata caldamente accolta dai media (per esempio Choc de France Musique, Cinq Diapason).

Dopo gli studi intrapresi con Marina Kapatsinskaya all’Accademia di Musica di Sofia Pancho Vladigerov in Bulgaria, Plamena Mangova ha studiato a Madrid alla Queen Sofia Higher Music School con Dmitri Bashkirov. Ha lavorato anche con Abdel-Rahman El Bacha alla Cappella Musicale Queen Elisabeth. È vincitrice del Juventus Festival e di altri importanti competizioni internazionali (Santander, Vittorio Gui in Firenze, il Premio Granados di Alicia de Larrocha).

Plamena MANGOVA si è esibita con le migliori orchestre – tra cui UBS Verbier Festival Orchestra, Luxemburg Philharmonic, National Orchestra of Belgium, Sinfonia Varsovia, St-Petersburg Symphony Orchestra, Orchestra European Union Chamber Orchestra e Liège Philharmonic Orchestra – sotto la direzione di Walter Weller, Emmanuel Krivine, Peter Csaba, Jaap van Zweden, Karl Heinz Steffens, Jean-Bernard Pommier, Gilbert Varga or François-Xavier Roth. In più ha suonato musica da camera con importanti artisti, tra cui Maria João Pirès, Augustin Dumay, Boris Berezovsky, Jian Wang, Alexander Kniazev, Kyoko Takezawa, il Quartetto Michelangelo, il Quartetto Ysaÿe, Sebastian Klinger e Natalia Prischepenko (leader del Quartetto Artemis).

La sua musicalità è stata acclamata nei concerti eseguiti in luoghi di importanza internazionale, come il Tokyo International Forum, il Grand Hall della Philharmonia di San Pietroburgo, il Concertgebouw (Amsterdam), il Mozarteum (Salisurgo), la Luxemburg Philharmony, il Centro Bozar for fine Arts (Bruxelles), il Théâtre du Châtelet (Paris), il DeSingel (Antwerp) e i festival più importanti -  come il Verbier Festival & Academy, La Folle Journée di Tokyo e di  Nantes, il Festival di La Roque d'Anthéron (per un concerto serale sul palco principale), in Corea del Sud, Santander, Montpellier, Menton, al Bach Akademie Stuttgart, etc.

Plamena Mangova ha registrato un disco dedicato a Shostakovitch per Fuga Libera. Il suo primo CD da solista ha vinto il Diapason d’Or de l’Année 2007. Il secondo CD include la soprano russa Tatiana Melnichenko, Natalia Prischepenko, e Sebastian Klinger (violoncellista della Bavarian Radio Symphony Orchestra di Munich). La registrazione dell’opera completa di Prokofiev per pianoforte e violini con Tatiana Samouil (Cypres) ha ricevuto quattro stelle su Le Monde de la Musique..
Ha suonato alla Gewandhaus di Lipsia, al Kennedy Center di Washington, alla Berliner Komische Oper, a Maastricht, all’Arsenal di Metz, alla Roque d’Anteron e alle Folle Journée di Nantes. Con l’Orchestra Nazionale del Belgio diretta da Walter Weller ha registrato Burlesque di Strauss nel 2009 e il Concerto n. 1 di Brahms nel 2011. Ha suonato con l’Orchestra Nazionale di Lille, con l’Orchestra Filarmonica di Liège, con l’Orchestra Het Brabants e con l’Ictus Ensemble. Nel 2009, Plamena Mangova si è esibita al Suntory Hall di Tokyo con l’Orchestra Filarmonica di Tokyo diretta da Tadaaki Otaka.

 

Programma della serata:

Franz Schubert (1797-1828)

  • Sonata in la minore op. 164

Schubert - Liszt

  • 3 Lieder

Franz Liszt (1811-1886)

  • Sonetto Petrarca 104
  • Mephisto Valse

Fryderyk Chopin (1810-1849)

  • Studio op. 25 n. 7 in do diesis minore
  • Ballata n. 1 op. 23 in sol minore

Leopold Godowsky (1870-1938)

  • 4 pezzi da "Triakontameron"

Sergej Rachmaninov (1873-1943)

  • Etude-tableau op. 33
  • Daisies op. 38

Rachmaninov Kreisler

  • Liebesfreud

 

Sezione
2011/2012